L' automotive al Super Bowl 2017 | CREATIVE SHARING™
17094
single,single-post,postid-17094,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
super bowl 2017

L’ automotive al Super Bowl 2017

Il Super Bowl non è solo l’evento sportivo più seguito dell’anno, ma anche una delle vetrine pubblicitarie più ambite dalle aziende di tutto il mondo. Così tanto che per uno spot di 30 secondi trasmesso durante il match finale del campionato della National Football League si arriva a pagare fino a 5 milioni di dollari (il 10% in più della passata stagione). Tra i diciotto video che sono stati trasmessi durante la 51° edizione dell’evento sportivo, che per la cronaca è stato vinto dai New England Patriots, abbiamo voluto selezionare quelli del settore dell’automotive, da sempre principale finanziatore del Super Bowl.

MERCEDES – BORN TO BE WILD

Lo spot dellla Mercedes AMG è stato il quarto mandato in onda nell’intervallo. Realizzato con la regia dei fratelli Cohen, lo spot richiama da vicino il film cult “Easy Rider” del 1968. Protagonisti della campagna, ambientata in un tipico bar della Route 66, lo stesso Petr Fonda, Steppenwolf e ovviamente la sensazionale Mercedes-AMG GT Roadster.

KIA – HERO’S JOURNEY

Kia è stata la prima casa costruttrice di automobili a confermare la propria presenza al Super Bowl 2017. Questo gli ha permesso uno spazio di altissima visibilità: 60″ alla fine del terzo quarto della partita. Forte dell’ottava presenza come sponsor della manifestazione, la Kia ha utilizzato Melissa McCarthy in una campagna ecologica per il lancio nuova Rio ibrida.

AUDI – #DRIVEPROGRESS

Se l’assenza del brand Volkswagen visti i recenti scandali legati alle emissioni era prevista da tempo, il gruppo tedesco è comunque presente con il suo brand di punta AUDI con una campagna da 60″ per il lancio del concept #DRIVEPROGRESS. La nona presenza al Super Bowl di Audi è caratterizzata da una riflessione sulla parità dei sessi rappresentata da una corsa di kart.

BUICK – BIG GAME

Mai come quest’anno il Super Bowl è carente di costruttori americani. La seconda volta per Buick è infatti accompagnata dalla sola Ford. Lo spot di 60″ trasmesso alla fine del primo quarto del match, racconta la vittoriosa performance di Cam Newton, impegnato in una partita amatoriale di Football Americano con Miranda Kerr affascinante spettatrice.

FORD – GO FURTHER

Con un 90″ che ha preceduto l’inizio del match e che segna il ritorno del brand americano al Super Bowl dopo tre anni di assenza, Opel ha narrato la sua visione di innovazione sulle note di Nina Simone (I Wish I Knew How It Would Feel To Be Free). Nella campagna è stato anche svelato in anteprima il design della nuova Ford GT.

LEXUS – MAN AND MACHINE

Il 60″ della Lexus è stato utilizzato per promuovere la Lexus LC appena lanciata. Senza una vera e propria trama lo spot della compagnia giapponese si affida alla voce fuori campo di Minnie Driver e dalla performance del ballerino Charles Lil’ Buck Riley.

HYUNDAI – OPERATION BETTER

A differenza delle precedenti campagne, la Hyundai ha mandato in onda uno spot realizzato durante il Super Bowl stesso e anticipato da una grande campagna di comunicazione “Operation Better” che ha visto impegnati molte star internazionali, tra cui Joe Montana. Lo spot ha visto come protagonisti soldati americani impegnati lontano da casa, che hanno potuto “abbracciare” durante il Super Bowl la loro famiglia, grazie a delle stanze con schermi a 360° realizzate in prossimità dei campi militari.

Infine, non possiamo non spendere due parole sulla perfomance di Lady Gaga e del pirotecnico spettacolo realizzato con i droni. Un plauso a Pepsi e all’efficacia del messaggio “Zero Sugar”.

Sandro Volpe
sandro.volpe@kleinrusso.it
1Comment

Post A Comment