CANNES LIONS 2016 | CREATIVE SHARING™
16928
single,single-post,postid-16928,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
Cannes Lion

CANNES LIONS 2016

Cannes Lions è l’evento che ogni anno a giugno, riunisce sulla Croisette l’intera industry della creatività per discutere di business, innovazione e comunicazione. Oltre 15.000 addetti ai lavori, provenienti da almeno 100 paesi del mondo, si incontrano a Cannes per assistere a seminari, corsi, proiezioni, mostre e galà sui temi che hanno caratterizzato la creatività dell’ultimo anno. Vediamo le novità della 63° edizione del Festival Internazionale della Creatività che si terrà dal 18 al 25 giugno 2016.

cannes lions panorama
Quest’anno la manifestazione si arricchisce di due nuovi leoni e di altrettante giurie, che si sommano ai 21 della precedente edizione che non rimangono comunque immuni da modifiche.

Vengono introdotti i Digital Craft Lions e The Entertainment Lions for Music. I primi nascono dalla necessità rimarcata dai presidenti di giuria dello scorso anno delle categorie Mobile Lions e Cyber Lions di poter riconoscere e celebrare separatamente l’abilità e la maestria necessaria allo sviluppo di una creatività digitale omni-canale. I secondi sono invece l’evoluzione di una sezione dei precedenti Branded Content & Entertainment Lions, che a loro volta si evolvono nei The Entertainment Lions. In un caso i contenuti sono valutati nella loro capacità di trasformare i consumatori in fan, mentre nell’altro si celebrano la produzione, la promozione e la distribuzione di contenuti con la musica al centro.

Per le restanti categorie è da notare come i Cyber Lions perfezionano e ridefiniscono il ruolo dei social network con l’introduzione delle sezioni Social Business e Social Purpose e allo stesso tempo si aprono al native advertising premiato nella sezione Online Advertising.
I Design Lions si modificano molto al loro interno, aggiornando le sezioni Digital & Interactive  e Use of Design Craft, ed inserendone due nuove come FashionMotion Graphics.
I Film Lions a loro volta vedono la nascita di tre nuove sezioni a dimostrazione dell’importanza delle nuove piattaforme come Periscope e Vine: Micro-Film, Use of Film e Music Video.
Anche i Media Lions si arricchiscono di Use of New Technology, Use of Data e Use of Branded Content.
I Mobile Lions sono quelli che più di tutti si sono ridefiniti al loro interno per la maturità raggiunta ormai dalla categoria, sia come piattaforma che come set di strumenti digitali; i social network e le nuove tecnologie disponibili sui device hanno ridefinito le sezioni precedenti e portato alla nascita di nuove.
Le recenti possibilità di misurazione dei risultati delle attività sono alla base della nascita di tre ulteriori categorie dei PR LionsPR Excellence in EffectivenessPR reports e Content-led Engagement & Marketing.
I Print Lions lasciano spazio ai Print & Publishing Lions per dare nuova vita alla categoria con l’ingresso di Use of Print & Publishing e Original Print & Publishing.
Infine i Product Design Lions si arricchiscono di Goods, con un focus sulle funzionalità e l’estetica, Impact, con un’attenzione alla sua durata nel lungo periodo, e Promotional and Bespoke Items, con un occhio all’efficacia.

cannes lions awards

Ogni lavoro iscritto alla competizione ha un costo che varia a seconda della categoria tra i 450/1500 euro e per conoscere i vincitori dell’edizione del 2016  dobbiamo aspettare le serate di premiazione:
> Sabato 18: Health & Wellness, Pharma
> Lunedì 20: Radio, Print & Publishing, Direct,Glass,Promo & Activation
> Martedì 21: Creative Effectiveness, Design, Product Design, Digital Craft, PR e Outdoor
> Mercoledì 22: Creative Data, Cyber, Innovation, Media, Mobile
> Venerdì 24: Entertainment, Entertainment for Music
> Sabato 25: Film, Film Craft, Integrated, Titanium


Parallelamente alla competizione, si susseguono una serie di incontri, seminari e masterclass suddivisi per dodici temi:

cannes lions speakers

Tra gli speaker che interverranno troviamo gli attori Gwyneth Paltrow, Simon Pegg, Will Smith, Mindy Kaling, i registi Oliver Stone e Martin Campbell, il cantante Iggy Popla conduttrice CBS  Leslie Moonves, e poi in ordine sparso Anna Wintour di Condé Nast, Daniel Ek di Spotify, Brian Chesky di Airbnb, Mathew Luhn di Pixar, Stefan Sagmesister di Sagmeister & Walsh e l’immancabile icona del festival Sir John Hegarty.

 


Per vivere in diretta la settimana di pura ispirazione creativa, c’è il sito ufficiale thankyoucreativity.com.
Se invece volete seguire il nostro racconto del Festival, lo trovate sulla pagina facebook di creative sharing. À bientôt!


Sandro Volpe
sandro.volpe@kleinrusso.it
No Comments

Post A Comment